Glossario Immobiliare “A”

A corpo
Vendita effettuat prescindendo dalle effettive misure dell’immobile.

A misura
Vendita immobiliare effettuata sulla base delle misure. Nelle compravendite tra privati non viene praticamente mai adoperata perché per il venditore presenta un rischio non indifferente: se a un successivo controllo risulta uno scarto tra quanto dichiarato in atto e la realtà, l’acquirente ha diritto a un indennizzo.

 Abbaino
Opera sporgente dalla copertura del tetto che consente l’apertura di una finestra verticale, realizzata al fine di illuminare il vano sottostante.

Abitabilità di un immobile (vedi certificato di abitabilità)
Idoneità di un immobile ad essere abitato, qualora soddisfi determinati parametri stabiliti dalla normativa edilizia. Con particolare riferimento a: altezza dei locali, luminosità , presenza di finestre, sicurezza e conformità degli impianti, rispetto dei piani regolatori, etc.

Abitazione

Unità immobiliare urbana costituita da uno o più locali e vani accessori:
– costruita con quei requisiti che lo rendono adatta ad essere dimora stabile di una o più persone.

-dotata di almeno un accesso indipendente dall’esterno (strada, cortile, ecc.) o da spazi di disimpegno comune (pianerottoli, ballatoi, terrazze, ecc.); separata da altre unità abitative.

Abitazione (diritto di)
(vedi Diritto di abitazione e d’uso)

Abitazione di lusso
Unità immobiliare a destinazione abitativa di tipo privato che risponde ai requisiti del Decreto Del Ministero dei Lavori Pubblici 2 Agosto 1969, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n°218 del 27 Agosto 1969. (vedi: CARATTERISTICHE DELLE ABITAZIONI DI LUSSO)

Abitazione di tipo civile
Unità immobiliare a destinazione abitativa di tipo privato facente parte di edificio con buone caratteristiche generali, costruttive e distributive e con tipologia prevalente “civile” (vedi: fabbricato di tipologia civile). Presenta ordinariamente locali di media ampiezza con distribuzione interna e opere esterne di buona fattura, collegamenti verticali ed orizzontali ampi e ben illuminati. Le rifiniture sono di buona o ottima fattura, così come i materiali impiegati. È provvista di impianti
di ordinaria tecnologia.

Abitazione di tipo economico
Unità immobiliare a destinazione abitativa di tipo privato facente parte di edificio con tipologia prevalente “economica” (vedi: fabbricato di tipologia economica), con finiture esterne ordinarie prive di elementi di pregio e con collegamenti verticali ed orizzontali di dimensioni limitate. Le rifiniture sono di tipo media fattura, con materiali che non hanno caratteristiche di particolare qualità. È provvista di impianti sufficienti ma, in caso di fabbricati di avanzata vetustà, incompleti.

Abitazione di tipo signorile
Unità immobiliare a destinazione abitativa di tipo privato facente parte di edificio con caratteri architettonici di pregio (vedi: fabbricato di tipologia signorile). Le rifiniture sono pregio, con materiali che hanno caratteristiche di elevata qualità. Presenta locali e consistenza complessiva superiore a quella ordinaria delle abitazioni di tipo
civile. È provvista di impianti di elevata tecnologia.

Abitazione in edificio intensivo
Unità immobiliare a destinazione abitativa di tipo privato e facente parte di edificio di tipo intensivo, le cui caratteristiche sono assimilabili a quelle di abitazione di tipo economico.

Abitazione in edificio non intensivo
Unità immobiliare a destinazione abitativa di tipo privato e facente parte di edificio di tipo non intensivo, le cui caratteristiche sono assimilabili a quelle di abitazione di tipo civile.

Abitazione in edificio semintensivo
Unità immobiliare a destinazione abitativa di tipo privato e facente parte di edificio di tipo semintensivo, le cui caratteristiche sono assimilabili a quelle di abitazione di tipo civile.

Abitazione in villino
Unità immobiliare a destinazione abitativa di tipo privato facente parte di un villino, le cui caratteristiche sono assimilabili a quelle di abitazione di tipo civile e/o signorile.

Abitazione principale
Unità immobiliare a destinazione abitativa utilizzata stabilmente come residenza o domicilio principale dal soggetto che ne detiene il possesso o il diritto d’uso.

Abitazione principale (ai fini fiscali)
Abitazione che beneficia di varie agevolazioni fiscali. In particolare ai fini dell’Irpef, è l’abitazione posseduta a titolo di proprietà o di altro diritto reale e abitata abitualmente dal contribuente e/o dai suoi familiari.

Abitazione secondaria
Unità immobiliare a destinazione abitativa di tipo privato non stabilmente utilizzata come domicilio principale dal soggetto che ne detiene il possesso o il diritto d’uso. Può essere a pieno godimento o a godimento a tempo parziale.

Abitazione tipica dei luoghi
Unità urbana ovvero complesso di unità immobiliari a destinazione abitativa di tipo privato caratteristica della zona territoriale in cui è ubicata, con struttura costruttiva, caratteri distributivi ed architettonici tra loro omogenei.

Abuso edilizio
Variazione della struttura o della volumetria di un immobile non approvata dagli uffici competenti o non sanata successivamente.

Accatastamento
Iscrizione degli immobili nei registri catastali con la conseguente attribuzione della rendita. I proprietari hanno l’obbligo di denunciare, all’Ufficio provinciale dell’Agenzia del Territorio, le nuove costruzioni entro 30 giorni dal momento successivo a quello in cui sono divenute abitabili o comunque idonee per l’uso a cui sono destinate. Con la procedura informatica DOCFA (Documenti Catasto Fabbricati) il contribuente, con l’ausilio di un professionista abilitato, propone la rendita catastale.

Accertamento fiscale
Controllo del fisco sulla congruità dei valori dichiarati dal contribuente.

Accertamento (tecnico impiantistico)
Insieme delle attività di controllo pubblico diretto ad accertare in via esclusivamente documentale che il progetto delle opere e gli impianti siano conformi alle norme vigenti e che rispettino le prescrizioni e gli obblighi stabiliti;

Accertamento catastale
Operazione consistente nell’individuazione, anche mediante un apposito sopralluogo, dell’unità immobiliare denunciata, nella verifica dell’esattezza dei dati tecnico economici dichiarati, nel controllo della corrispondenza tra lo stato di fatto e la planimetria presentata.

Accessibilità urbana

Insieme di tutte le caratteristiche spaziali, distributive, organizzative e gestionali dell’ambiente costruito, atte a consentire la fruizione, in condizioni di adeguata sicurezza ed autonomia, dei luoghi e delle attrezzature di uno spazio urbano, anche da parte delle persone con ridotte o impedite capacità motorie o sensoriali.

Accessione (diritto di)
Diritto in virtù del quale il proprietario di una cosa mobile o immobile acquista la proprietà di quanto essa produce o vi si unisce naturalmente o artificialmente.

Accessione di una proprietà (possesso)
Principio secondo il quale la proprietà del suolo si estende allo spazio sovrastante. Nel caso di costruzioni deriva che il suolo, che è considerato la cosa principale, attrae la sovrastante costruzione, anche se effettuata da persona diversa dal proprietario del suolo.

Accessione fluviale (per alluvione)
Accessione generata dalla unione o dall’incremento di terra che si forma successivamente ed impercettibilmente per semplice forza naturale nei fondi lungo fiumi e torrenti.

Accessione invertita
Principio secondo il quale la proprietà il proprietario di un fabbricato o di un’opera edilizia acquisisce anche la proprietà del terreno su cui sorge. È il contrario dell’accessione.

Accollo
Contratto tra il debitore (accollato) e un terzo (accollante), con il quale quest’ultimo assume a suo carico l’obbligo del debitore di pagare al creditore (accollatario).

Accollo di un mutuo
Contratto con il quale un soggetto terzo si assume l’obbligo dell’originario mutuatario di pagare il mutuo alla banca.

Acconto sul prezzo
Somma di denaro che l’acquirente versa al venditore come anticipo sul prezzo finale. A differenza della caparra confirmatoria o penale deve essere semplicemente restituita qualora l’affare non vada a buon fine. L’acconto offre meno garanzie all’acquirente della caparra confirmatoria.

Accordi ambientali
Forme di tutela concordate e negoziate tra tutti coloro che risultano attori dello scenario ambientale e che obbliga ad acquisire autorizzazioni e controlli pubblici su tutte le attività potenzialmente pericolose per l’ambiente.

Accordo d’esecuzione o di gestione
Accordo in cui si decide il concreto affidamento della gestione a seguito di approvazione di una accordo di programma e/o conferenza dei servizi.

Accordo di programma
Atto amministrativo, istituito con legge 142/1990, promosso da Presidente delle Regione, dal Presidente della Provincia o dal Sindaco, e sottoscritto da tutti gli enti pubblici interessati alla definizione e alla realizzazione integrata e coordinata di opere, interventi o programmi di interventi. Qualora l’oggetto dell’accordo di programma sia in contrasto con gli strumenti urbanistici vigenti, esso ne costituisce variante, che in ogni caso deve essere approvata dal Consiglio comunale del Comune interessato, a pena di decadenza.

Accordo-intesa
E’ un preliminare, a cui fa seguito l’Accordo di Programma. Primo approccio di collaborazione per concordare e individuare la collocazione territoriale degli interventi

Accordo sostitutivo
Accordo con il quale i partecipanti al tavolo di negoziazione collegano i pareri singoli in un unico verbale.

Accumulo idrico
Opportuna riserva d’acqua collocata in serbatoi ubicati in specifici luoghi.

Acidificazione delle acque superficiali
Processo chimico causato dall’inquinamento idrico e atmosferico, che determina una diminuzione del pH delle acque superficiali.

Acqua di falda
Acqua sotterranea, presente in strati di roccia porosa o fessurata, generalmente sovrastante a strati di roccia impermeabile ovvero in strati ghiaiosi fra strati argillosi.

Acque bianche
Acque piovane o similari.

Acque grigie
Acque reflue che non contengono materia fecale o urina.

Acque meteoriche
Acqua derivante dalle precipitazioni naturali, non deliberatamente contaminata

Acque miste
Acque nere e bianche mescolate tra di loro.

Acque nere
Acque luride ovvero acque reflue da convogliare nella rete fognaria.

Acque reflue
Rifiuti liquidi provenienti dalle attività fisiologiche dell’uomo ovvero dalle sue attività lavorative primarie o secondarie ovvero acque contaminate dall’uso e tutte le acque che confluiscono nel sistema fognario (acque reflue domestiche, industriali, di condensa, meteoriche.)
-acque reflue domestiche: acque prive di materiale fecale, scaricate da elettrodomestici situati nelle cucine, nelle lavanderie, nei lavabo, nei bagni, nelle toilette e in servizi simili
-acque reflue industriali: acque di scarico industriali e acque contaminate/inquinate da processi di lavorazione, comprese le acque di raffreddamento.

Acquedotto coattivo
Diritto di utilizzare acque che possono passare mediante un acquedotto attraverso il fondo altrui che deve rappresentare la via più conveniente e meno pregiudizievole

Acroterio
Elemento ornamentale posto sull’apice e sulle estremità laterali del frontone di un antico edificio. Actio quanti minoris
Vedi azione estimatoria

Adattabilità
Modificabilità di uno spazio o costruzione di essere resa accessibile alle persone con disabilità fisiche o sensoriali, tramite opportuni interventi, che non interagiscano con le relative strutture portanti.

Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione (A.S.P.P.)
Personale in possesso delle capacità e di requisiti professionali in materia di sicurezza sul lavoro, facente parte del Servizio di Protezione e Prevenzione.

Addizione
Opera eseguita dal conduttore nell’immobile condotto in locazione nel corso del rapporto di locazione.

Addolcitore
Apparecchiatura che viene utilizzata per diminuire i depositi calcarei che possono formarsi negli impianti domestici.

Adesione tra materiali
Capacità di un materiale di aderire e legarsi ad un altro materiale

Aerofotogrammetria
Procedimento che consente, utilizzando strumentazione speciale (fotorestitutore analogico o digitale v.restituzione aerofotogrammetrica), di costruire una cartografia (sia su carta che digitale v. cartografia digitale.) di una porzione di terreno, a partire da foto aeree stereoscopiche. Considerando le fotografie come prospettive geometriche, si tratta di ricostruire un modello ottico della superficie del terreno, che proietti su di un piano l’immagine dell’oggetto da rilevare nelle tre dimensioni, dando all’operatore che la osserva la “sensazione” del rilievo con il solo utilizzo di immagini piane.

Affaccio (di un appartamento)
Caratteristica intrinseca relativa alle vedute o prospetti proprie dell’appartamento o degli ambienti che lo costituiscono.
Per la definizione del livello qualitativo degli affacci si tiene conto generalmente della seguente scala di valori:

-Pregio: presenza di affacci da due o più ambienti principali, su siti di particolare pregio ambientale, storico, artistico, archeologico o paesaggistico;
-Ottimo: presenza di affacci da un ambiente principale su siti di particolare pregio ambientale, storico, artistico o paesaggistico ovvero con preminenza di affacci su siti di ottimo livello, ma non di particolare pregio ambientale, storico, artistico o paesaggistico.
-Buono: presenza di affacci su buon livello ambientale e con particolari caratteristiche;
-Normale: presenza di affacci ordinari e senza particolari caratteristiche;
-Scadente: affacci su strade o siti ambientali di non particolare ambientazione o non motivanti, (cortili, strade anguste, vicoli di poca luminosità ecc)
-Degradato: presenza di affacci particolarmente degradati, nella maggioranza degli ambienti principali (presenza di fonti d’inquinamento, discariche, fabbricati fatiscenti, etc.).

Affittacamere (attività)
Attività consistente nel dare in locazione camere a terzi.

Affitto
Cessione in uso di un bene mobile a un terzo per un tempo predeterminato in cambio di un canone. La cessione di un immobile si chiama più propriamente locazione. Nel linguaggio comune, però, locazione e affitto sono considerati sinonimi.

Affitto di azienda
Cessione in uso, in cambio di un canone, di azienda già avviata , compreso l’immobile che la ospita e le attrezzature.

Affollamento (ai fini antincendi)
Numero massimo ipotizzabile di lavoratori e di altre persone presenti nel luogo di lavoro o in una determinata area dello stesso.

Affresco
Pittura eseguita sull’intonaco, ancora fresco, di una parete: il colore ne è chimicamente incorporato e conservato per un tempo illimitato.

Agente immobiliare
Operatore persona fisica iscritto ai sensi della legge 39/1989, abilitato a fornire servizi immobiliari comprendenti l’intermediazione, la consulenza e la valutazione.

Agenzia immobiliare
Organizzazione che offre il servizio di mediazione e consulenza tecnica in immobili ed aziende abilitata ad operare come persona fisica o giuridica, iscritta ai sensi della legge n. 39/1989 e successive modifiche ed integrazioni nel relativo ruolo.

Aggetto
Sporgenza orizzontale del piano di facciata (balcone, pensilina, mensola, cornice etc.. )

Agibilità (Vedi certificato di agibilità)

Agricoltura biologica

Sistema naturale di coltivazione basato sull’utilizzazione di insetti e/o microrganismi antagonisti dei parassiti delle colture selezionati e riprodotti in modo accelerato in specifici laboratori industriali. Ha lo scopo di migliorare la qualità dei prodotti agricoli.

Agriturismo
Attività di ricezione e ospitalità esercitate dagli imprenditori agricoli e dai loro familiari (compresi nell’ art. 230 bis del C.C.) che utilizzano la propria azienda, in rapporto di connessione e complementarietà rispetto alle attività di coltivazione del fondo, silvicoltura, allevamento del bestiame. La norma stabilisce che nell’arco dell’anno il tempo di lavoro dedicato alle attività di coltivazione del fondo, di allevamento zootecnico e di silvicoltura, deve essere superiore a quello occorrente per lo svolgimento delle attività turistico ricreative.
Secondo l’art. 2135 del C.C. è imprenditore agricolo chi esercita un’attività diretta alla coltivazione del fondo, alla silvicoltura, all’allevamento del bestiame ed alle attività connesse. Si reputano connesse le attività necessarie alla trasformazione o all’alienazione dei prodotti agricoli, quando rientrano nell’esercizio normale dell’agricoltura.
Rientra nelle attività agrituristiche:
a- dare stagionalmente ospitalità, anche in spazi aperti destinati alla sosta di campeggiatori;
b- somministrare, per la consumazione sul posto, pasti e bevande costituiti prevalentemente da prodotti propri e/o tipici della zona in cui l’azienda ricade, ivi compresi quelli di carattere alcolico e superalcolico.
c- organizzare attività ricreative, divulgative e culturali nell’ambito dell’azienda.

Agrobiologia
Scienza che analizza le interrelazioni esistenti fra i terreni agricoli e gli essere viventi, animali e vegetali

Agroecologia
Metodo di coltivazione che tiene conto delle più aggiornate tecniche per la tutela ambientale e per il rispetto dei delicati equilibri dei vari ecosistemi

Agrometereologia
Settore di studio delle meteorologia in riferimento all’agricoltura con la delineazione di microclimi relativi anche a zone agricole estremamente ristrette.

Agronica
Avanzata meccanizzazione delle attività agricole nelle quali si impiegano sofisticati dispositivi elettronici e sistemi di compiuterizzazione

Albergo
Unità immobiliare a destinazione ricettiva, utilizzata a servizio di accoglienza dietro pagamento, in cui convivono una componente immobiliare (bene strumentale) ed un’attività di impresa.

Alloggio
Insieme di ambienti destinati alla residenza di persone (vedi appartamento).

Altana
Costruzione a loggia ubicata sul tetto di un fabbricato.

Altezza ai fini antincendi degli edifici civili
Altezza massima misurata dal livello inferiore dell’apertura più alta dell’ultimo piano abitabile e/o agibile, escluse quelle dei vani tecnici, al livello del piano esterno più basso.

Altezza dei piani (ai fini antincendio)
Altezza libera interna tra pavimento e soffitto. Per i soffitti a volta l’altezza determinata dalla media aritmetica tra l’altezza del piano d’imposta e l’altezza massima all’intradosso della volta.
Per i soffitti a cassettoni o comunque che presentano sporgenze di travi, l’altezza la media ponderale delle varie altezze riferite alle superfici in pianta.

Altezza del parapetto
Distanza misurata in verticale dal lembo superiore dell’elemento che limita l’affaccio al piano di calpestio.

Altezza delle costruzioni
Distanza tra il piano di spiccato e il piano orizzontale dell’intradosso del solaio di copertura dell’ultimo piano abitabile.

Altezza delle costruzioni (ai fini antincendio)
Altezza massima di un edificio che viene misurata dal livello inferiore dell’apertura più alta dell’ultimo piano abitabile -ad esclusione del piano tecnico- al livello del piano esterno più basso.

Altezza delle fronti (di un edificio)
Altezza del paramento esterno del fabbricato o di sua parte riferita ad ogni punto del perimetro dell’edificio. È misurata sulla verticale tra il punto di spiccato del terreno e l’intradosso del solaio di copertura o la media dei timpani se il sottotetto non è volume tecnico.

Altezza di un edificio
Distanza corrente tra la base e la sommità di un edificio; misura la parte in elevazione dell’edificio.

Altezza in gronda (ai fini antincendio)
Altezza che viene misurata dal piano esterno accessibile ai mezzi di soccorso dei vigili del fuoco all’intradosso del soffitto del locale abitabile più elevato dell’edificio.

Altezza interna (di un edificio)
Altezza misurata sulla verticale tra il piano di calpestio e l’intradosso del solaio senza contare eventuali travature a vista. L’altezza minima è fissata dal Regolamento edilizio.

Altezza lorda del piano
Distanza intercorrente tra pavimento di un piano ed il pavimento del piano superiore.

Altezza media ponderale dei locali sottotetto
Misura che viene calcolata dividendo il volume della parte di sottotetto corrispondente per la superficie.

Altezza minima ponderale dei locali sottotetto
Misura calcolata dividendo il volume della parte di sottotetto la cui altezza superi quella minima abitabile per la superficie relativa.

Altezza netta del piano
Distanza tra il pavimento e l’intradosso delle strutture orizzontali emergenti dal soffitto.

Ambulatorio
Ambiente o complesso di ambienti adibito alla attività di medicina preventiva o curativa di primo livello nell’ambito di una determinata specialità medica.

Amianto
Varietà di minerale filamentoso del gruppo dei silicati. Utilizzato fino agli anni ottanta per produrre la miscela cemento-amianto detta anche fibrocemento (il cui nome commerciale era Eternit) per la coibentazione di edifici, tetti, navi, treni; come materiale per l’edilizia (tegole, pavimenti, tubazioni, vernici), nelle tute dei vigili del fuoco, nelle auto (vernici, parti meccaniche), ma anche per la fabbricazione di corde, plastica e cartoni. L’impiego dell’amianto è fuori legge in Italia dal 1992.

Amministratore condominiale
Persona che ha il mandato di amministrare un condominio. Viene nominato per un anno dall’assemblea; la sua nomina è facoltativa quando i condomini sono meno di cinque.

Ammortamento del bene
Procedimento di ripartizione del costo di un bene lungo la vita del bene stesso.

Ammortamento di un mutuo
Procedimento di restituzione graduale di un finanziamento attraverso il rimborso periodico di una rata comprendente una quota di capitale e una quota di interessi secondo un piano predefinito.

Ampliamento
Insieme di lavori ed opere con lo scopo di aumentare la superficie e/o il volume di un edificio.

Ampliamento (di fabbricato)
Ulteriore edificazione, in senso orizzontale o verticale, di un preesistente fabbricato che comporta un incremento di volume.

Ampliamento (di unità immobiliare)
Insieme di opere effettuate su un unità immobiliare urbana con lo scopo di aumentarne la superficie e/o il volume.

Ampliamento (lavori di)
Complesso di lavori che hanno l’effetto di ingrandire una costruzione o un fabbricato creando uno spazio o un volume supplementare.

 Anagrafe tributaria
Centro di raccolta ed elaborazione dei dati di interesse fiscale, effettuati e gestiti con riferimento ai codici fiscali delle persone fisiche e giuridiche.

Andito
Piccolo corridoio che unisce alcuni ambienti di un appartamento non contigui.

Androne/atrio
Locale di accesso ad un edificio solitamente di uso comune.

Anecoico (ambiente)
Ambiente privo di eco ovvero imbottito con particolari materiali in grado di assorbire completamente le onde sonore impedendo così ogni fenomeno di riflessione acustica.

Angolo cottura
Area destinata a cucina in un locale di soggiorno.

Angolo cucina
Vedi Angolo cottura

Anno termico
Periodo intercorrente tra il 1 Luglio dell’anno precedente e il 30 Giugno dell’anno successivo.

Annotazione
Formalità che per volontà delle parti o per ordine del giudice hanno il potere di modificare, ridurre o annullare gli effetti di altre formalità. Presupposto giuridico primario per la eseguibilità di una annotazione è l’esistenza di una formalità principale con la quale si pone in un rapporto di complementarietà e di accessorietà. Queste formalità sono la trascrizione e la iscrizione.

Antenna centralizzata
Apparecchiatura comune che consente la ricezione televisiva a più utenti di un edificio.

Antibagno
Ambiente antistante il vano utilizzato a bagno e servizio igienico.

Anticamera
Sala d’aspetto di un appartamento o unità immobiliari con altre destinazioni d’uso (ufficio, studio professionale etc).

Anticresi
Contratto con il quale il debitore si obbliga a consegnare un immobile al creditore a garanzia del credito, affinché il creditore ne percepisca i frutti, imputandoli agli interessi, se dovuti e quindi al capitale.

Antincendio
Complesso dei dispositivi, attrezzature e attività necessari a prevenire, segnalare ed estinguere gli incendi.

Anti-scivolo (pavimento)
Pavimento dotato di materiale opportunamente trattato in modo da prevenirne la scivolosità.

Appartamento
Unità immobiliare urbana a destinazione abitativa di tipo privato costituita da uno o più locali ed annessi situati in una costruzione ad uso residenziale o promiscuo composta da più unità abitative. L’appartamento può avere accesso esterno ovvero da uno spazio comune all’interno della costruzione.

Arbitrato
Procedura consistente nell’affidamento ad arbitri della soluzione di una lite o una controversia, senza ricorrere all’autorità giudiziaria.

Arcareccio

Trave disposta normalmente alla pendenza del tetto che appoggia sui puntoni di capriata e sorregge l’orditura superiore.

Arcatella
Piccolo arco facente parte di una serie, utilizzato come elemento costruttivo ovvero come ornamentale.

Archetto
Vedi arcatella

Architrave
Elemento edilizio ovvero architettonico che generalmente è posto orizzontalmente sopra un’apertura.

Archivolto
Membratura architettonica che, utilizzando elementi costruttivi, segue l’andamento dell’arco ed evidenzia sia l’estradosso che l’intradosso. E’ costituito da una fascia variamente lavorata che si sviluppa lungo il fronte di un arco.

Arcoscenico
Arco di diversa profondità che collega la sala del teatro con il palcoscenico.

Area agricola
Area del territorio comunale destinata alle attività agricole in base allo strumento urbanistico vigente.

Area di sedime
Vedi Sedime

Area edificabile
Area urbana suscettibile di edificazione in base allo strumento urbanistico vigente ed al Regolamento Edilizio ovvero area destinata all’edificazione dalla pianificazione urbanistica comunale.

Area edificata
Area urbana nella quale è stata realizzata l’edificazione prevista dallo strumento urbanistico vigente.

Area nuda
Lotto o appezzamento di terreno non occupata da costruzioni.

Area protetta (ai fini antincendio)

Area all’interno di una struttura edilizia, ubicata tra percorsi di sfollamento protetti, che permette un temporaneo ricovero delle persone in attesa di uscire all’esterno.

Aree depresse
Zone poco sviluppate nelle quali generalmente sono previste agevolazioni da apposite normative o leggi.

Arenile
Spiaggia

Armatura (del cemento armato)
Ossatura metallica delle strutture in cemento armato, costituita normalmente da tondini di ferro o
di acciaio disposti longitudinalmente o ripiegati in modo da sopportare gli sforzi di trazione o di taglio.

Armonizzazione (OMI)
Operazione consistente nell’aggregazione di una o più zone omogenee OMI al fine di renderle territorialmente coincidenti con le microzone catastali di cui al D.P.R. 138/98.

Arredato / Ammobiliato
Unità immobiliare dotata di arredi mobili e suppellettili al fine di renderla fruibile ed idonea all’uso cui è destinata.

Arredo urbano
Insieme degli elementi e delle strutture mobili ed immobili che completano e migliorano
formalmente e funzionalmente lo spazio costruito: segnaletica stradale, panche, cabine telefoniche,
cassonetti dei rifiuti, pavimentazione di aree pedonali.

Arretramento (in urbanistica)
Distanza minima di un nuovo edificio ovvero di una nuova costruzione rispetto ad un allineamento prefissato.

Ascensore
Impianto di sollevamento destinato al trasporto verticale di persone.

Asimmetria
Funzione statistica con la quale viene determinato il grado di simmetria di una distribuzione intorno alla sua media. Il valore positivo del test indica una distribuzione con una coda asimmetrica che si estende verso i valori positivi.

Asse attrezzato
Disposizione di attività, terziarie e commerciali, lungo un sistema viario, al fine di migliorare l’accessibilità ad alcune funzioni e rendere più efficiente il sistema urbano.

Asse ereditario
Insieme dei beni e diritti appartenuti al defunto ed identifica il patrimonio caduto in successione nel suo complesso.

Assegnazione di alloggio
Atto con il quale viene assegnato ad un soggetto un alloggio di edilizia residenziale pubblica o di cooperativa edilizia.

Assemblea di condominio
Organo collegiale che rappresenta la volontà del condominio. Vi partecipano di diritto tutti i condomini e in certi casi anche gli usufruttuari e i conduttori. Questi ultimi hanno spesso dritto di voto per le delibere che riguardano l’impianto di riscaldamento e condizionamento.

Assenza di Piano
Momento temporale di attesa di strumento particolareggiato, richiesto in aree di espansione o di trasformazione. In tale stato i privati possono intervenire solo per opere di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro e minima ristrutturazione.

Assicurazione
Contratto mediante il quale l’assicuratore, a fronte del pagamento di una somma (premio), si obbliga a rivalere l’assicurato, entro i limiti convenuti (massimale) e nel tempo dell’assicurazione, del danno ad esso o a terzi prodotto da un evento (sinistro), ovvero a pagare un capitale od una rendita al verificarsi di un evento attinente alla vita umana.

Asta immobiliare
Sistema di vendita di un bene al miglior offerente; rappresenta una delle possibili fonti dirette di rilevazione del mercato immobiliare.

Atrio

Ingresso o porticato di un edificio.

Attenuazione acustica
Dispersione dell’energia acustica che si verifica con il tempo o con la distanza e viene espressa in
decibel. Indica anche la differenza tra il livello misurato all’esterno di un edificio e quello misurato
all’interno ovvero diminuzione della pressione acustica nel percorso di un’onda in un materiale,
dovuta agli effetti dell’assorbimento e della diffusione.

Attestato di qualificazione energetica
Documento predisposto ed asseverato da un professionista abilitato (non necessariamente estraneo alla proprietà, alla progettazione o alla realizzazione dell’edificio), nel quale sono riportati i fabbisogni di energia primaria di calcolo, la classe di appartenenza dell’edificio o dell’unità immobiliare, in relazione al sistema di certificazione energetica in vigore, ed i corrispondenti valori massimi ammissibili fissati dalla normativa in vigore per il caso specifico.

Attico
Unità immobiliare a destinazione abitativa di tipo privato posizionata all’ultimo piano (vedi piano attico), parzialmente arretrata rispetto alla facciata e provvista di terrazzo a livello.

Attività agricole (ai fini delle imposte sui redditi)
Attività di tipo agricolo che comprendono: le attività dirette alla coltivazione del terreno e alla silvicoltura; l’allevamento di animali con mangimi ottenibili per almeno un quarto dal terreno e le attività dirette alla produzione di vegetali tramite l’utilizzo di strutture fisse o mobili, anche provvisorie, se la superficie adibita alla produzione non eccede il doppio di quella del terreno su cui la produzione insiste;
le attività dirette alla manipolazione, trasformazione e alienazione di prodotti agricoli e zootecnici, anche se non svolte sul terreno, che rientrano nell’esercizio normale dell’agricoltura secondo la tecnica che lo governa e che hanno per oggetto prodotti ottenuti per almeno la metà dal terreno e dagli animali allevati su di esso.

Attività di esercizio e manutenzione di un impianto termico
Complesso di operazioni, che comporta l’assunzione di responsabilità finalizzata alla gestione degli impianti, includente: conduzione, controllo, manutenzione ordinaria e straordinaria, nel rispetto delle norme in materia di sicurezza, di contenimento dei consumi energetici e di salvaguardia ambientale.

Attività di mediazione
Attività intrapresa al fine di far incontrare le volontà di due o più parti per la conclusione di un affare e di ogni altra attività complementare.

Atto notorio
Atto ricevuto da pubblico ufficiale nel quale vengono verbalizzate deposizioni o asserzioni giurate.

Atto pubblico
Atto redatto nelle forme di legge da un notaio o da altro pubblico ufficiale autorizzato ad attribuirgli pubblica fede nel luogo in cui l’atto stesso è formato.

Atto sostitutivo di atto notorio

Dichiarazione sostitutiva di documentazione pubblica che la norma permette di presentare in alcuni casi.

Attrattività (di un comune)
Interesse che un Comune riveste sotto il profilo storico, turistico, naturalistico, agricolo, commerciale o industriale.

Attrezzatura
Elemento edilizio o tecnologico finalizzato alla fornitura di un servizio.

Auditorium
Ambiente utilizzato per l’esecuzione e l’ascolto della musica.

Aula magna
Vasto ambiente generalmente ubicato negli edifici pubblici, nelle scuole o università destinato a
riunioni, assemblee e similari.

Autocertificazione
Dichiarazione sostitutiva di documentazione pubblica, sottoscritta dal dichiarante.

Autoclave
Apparecchiatura atta a sopperire alla deficienza di pressione di acqua e con la quale è possibile fare arrivare l’acqua anche ai piani più alti.

Autofficina o officina di riparazione autoveicoli
Area coperta destinata alle lavorazioni di riparazione e manutenzione di autoveicoli.

Autorimessa isolata (ai fini antincendio)
Autorimessa situata in edifici esclusivamente destinati a tale uso ed eventualmente adiacenti ad
edifici destinati ad altri usi, strutturalmente e funzionalmente separati da questi.

Autorimessa privata
Unità immobiliare a destinazione ordinaria di tipo privato isolata e/o inserita in un fabbricato, interrata o fuori terra, adibita esclusivamente al ricovero, alla sosta e alla manovra di autoveicoli. Non sono considerate tali le tettoie aperte su due o più lati. La superficie deve essere superiore a 40 metri quadrati. Le autorimesse si classificano in relazione alla configurazione delle pareti:
a) aperte, se munite di aperture perimetrali su spazio a cielo libero o su appositi camminamenti che realizzano una percentuale di aerazione permanente non inferiore al 60% della superficie delle pareti stesse e comunque superiore al 15% della superficie in pianta;
b) chiuse, tutte le altre.

Autorimesse sorvegliate (ai fini antincendio)
Provviste di sistemi automatici di controllo ai fini antincendi ovvero provviste di sistema di vigilanza continua almeno durante l’orario di apertura.

Autorimesse aperte (ai fini antincendio)

Autorimesse munite di aperture perimetrali su spazio a cielo libero che realizzano una percentuale di aerazione permanente non inferiore al 60% della superficie delle pareti stesse e comunque superiore al 15% della superficie in pianta.

Autorimesse chiuse (ai fini antincendio)
Autorimesse non aperte (vedi).

Autorimesse fuori terra (ai fini antincendio)
Autorimesse che presentano il piano di parcamento a quota non inferiore a quello di riferimento. Sono parimenti considerate fuori terra, ai fini delle norme antincendi, le autorimesse aventi piano di parcamento a quota inferiore a quello di riferimento, purché l’intradosso del solaio o il piano che determina l’altezza del locale sia a quota superiore a quella del piano di riferimento di almeno 0,6 m e purché le aperture di aerazione abbiano altezza non inferiore a 0,5 m.

Autorimesse interrate (ai fini antincendio)
Autorimesse aventi il piano di parcamento a quota inferiore a quello di riferimento.

Autorimesse miste (ai fini antincendio)
Tutte le altre autorimesse non classificate come isolate (vedi).

Autorità espropriante
Autorità amministrativa titolare del potere di espropriare e che cura il relativo procedimento, ovvero il concessionario di un’opera pubblica, al quale sia stato attribuito tale potere, in base ad una norma.

Autorizzazione edilizia
Permesso rilasciato dal Sindaco a titolo gratuito per l’esecuzione di determinati lavori di recupero edilizio (in genere manutenzione straordinaria etc.)

Autorizzazione Integrata Ambientale (A.I.A.)
Provvedimento che autorizza l’esercizio di un impianto o di parte di esso a determinate condizioni, che devono garantire la conformità ai requisiti del decreto legislativo 18 febbraio 2005 , n. 59, di recepimento della direttiva comunitaria 96/61/CE, relativa alla prevenzione e riduzione integrate dell’inquinamento (IPPC). Tale autorizzazione é necessaria per poter esercire le attività specificate negli allegati I e V dello stesso decreto.

Autorizzazione allo scarico
Autorizzazione attraverso la quale l’ente competente autorizza lo scarico di acque reflue, a determinate condizioni, in fognatura, in corpo idrico recettore e sul suolo.

Autorizzazione alle emissioni in atmosfera
Autorizzazione attraverso la quale l’ente competente autorizza, a determinate condizioni, l’emissione in atmosfera di sostanze inquinanti provenienti da impianti produttivi e/o impianti da impianti di combustione.

Autorizzazione provvisoria antincendi
Vedi nulla osta antincendi

Autosalone o salone di esposizione autoveicoli
Area coperta destinata all’esposizione e alla vendita di autoveicoli.

Autosilo
Struttura destinata al parcheggio urbano di autoveicoli, articolato in più piani anche sotterranei.

Autostello
Vedi motel.

Autotutela
Potere riconosciuto alla Pubblica Amministrazione di provvedere autonomamente al ritiro dei propri atti illegittimi o inopportuni in sede di riesame dell’atto ovvero potestà attribuita agli enti pubblici di risolvere un conflitto attuale o potenziale di interessi, sindacando la validità dei propri atti, con effetti incidenti su di essi (annullamento, revoca), a prescindere da una verifica giurisdizionale.
La potestà di autotutela attiene all’esecuzione dei provvedimenti amministrativi, ed è finalizzata a realizzare l’interesse pubblico quale definito in concreto da un provvedimento, nei confronti di coloro che vi si oppongano. Mentre per il privato vige il principio, secondo cui tranne rare eccezioni egli non può farsi giustizia da sé, per la Pubblica Amministrazione vige una regola inversa: l’autotutela è per essa non solo permessa, quanto perfino diviene doverosa se si vuole provvedere in modo adeguato alla cura degli interessi pubblici.

Avancorpo
Parte di un edificio sporgente dal corpo principale.

Aviorimessa
Locale chiuso per il ricovero di aeromobili.

Avviamento
Capacità di profitto dell’azienda a produrre reddito. Trattasi, in sostanza, del plusvalore che deriva all’azienda dal fatto che i beni che la compongono sono organizzati e coordinati per conseguire lo stesso fine; esso ha un fondamento soggettivo inerente alle capacità dell’imprenditore; un fondamento oggettivo inerente agli elementi dell’azienda ed al luogo in cui l’attività si esplica. Si tratta di un bene immateriale che consiste nel marchio, nella clientela, nella immagine presso il pubblico, etc.

Avviamento commerciale
Indennità che deve versare il locatore di un immobile non abitativo al conduttore, nei casi previsti dalla legge 392/78, al termine della locazione stessa.

Avviso di accertamento
Atto mediante il quale generalmente l’ufficio dell’entrate o altro ufficio fiscale notifica formalmente un addebito nei confronti del contribuente.

Azienda agrituristica
Complesso aziendale costituito da fondi rustici, case coloniche e costruzioni di tipo agricolo e per l’allevamento del bestiame, con annesse strutture ed accessori per accogliere turisti a cui offrire vacanze campestri (vedi agriturismo).

Azione di manutenzione del possesso
Azione con la quale chi è molestato nel possesso di un immobile o di un diritto reale su di esso può chiedere di essere riammesso al possesso entro un anno dalla turbativa (articolo 1170 cod. civile).

Azione di reintegrazione del possesso
Azione con la quale chi è stato violentemente o occultamente spogliato del possesso di un
immobile può chiedere di essere reintegrato nel possesso entro dal sofferto spoglio.

Azione di rivendicazione del possesso
Azione con il quale il proprietario può rivendicare il bene contro chi lo possiede o detiene.

Azione estimatoria
Azione di natura giudiziaria con cui l’acquirente chiede la riduzione del prezzo o la sua parziale restituzione.

Azione possessoria
Azione per la tutela del possesso.

Azione redibitoria
Azione di natura giudiziaria con cui un acquirente chiede la risoluzione di un contratto e la restituzione del prezzo corrisposto, con il conseguente obbligo di restituire la cosa acquistata, se essa non è perita.

Azione risarcitoria
Azione di natura giudiziaria necessaria per ottenere un risarcimento di danno.

Scrivi un Commento se hai necessità di avere maggiori informazioni riguardo questo argomento:

I commenti sono chiusi

0 Condivisioni
+1
Condividi
Tweet
Condividi