Guida certificazione energetica edifici e incentivi statali

Guida certificazione energetica edifici e incentivi statali

certificatiPerché il certificato energetico?
Le nostre abitazioni consumano energia e soprattutto disperdono l’energia utilizzata per il riscaldamento degli ambienti domestici; rendere le nostre abitazioni efficienti energeticamente vuol dire consumare meno energia a parità di comfort, quindi risparmiare!
L’energia impiegata nel settore edilizio rappresenta in Italia il 40% del fabbisogno energetico del nostro Paese; la certificazione energetica, tenendo conto delle condizioni locali e climatiche esterne, promuove il miglioramento del rendimento energetico degli edifici riducendo allo stesso tempo le emissioni di gas inquinanti responsabili dell’effetto serra per far fronte al cambiamento climatico e assolvere gli obiettivi del protocollo di Kyoto.
La certificazione energetica degli edifici migliora la trasparenza e l’efficienza del mercato immobiliare, fornendo ai potenziali acquirenti e locatari una informazione oggettiva della prestazione energetica dell’immobile. In un panorama che racchiude la progettazione di nuovi edifici ad elevata prestazione e la ristrutturazione, risulta evidente che la certificazione energetica degli edifici porterà effetti positivi sul valore di mercato degli immobili, incentivando la riqualificazione degli edifici a bassa prestazione energetica.
La riduzione dei consumi di energia e di emissioni inquinanti sono gli obiettivi alla base della direttiva europea in materia di certificazione energetica degli edifici.
È possibile ottenere risultati di efficienza senza sacrifici, mantenendo lo stesso benessere nelle abitazioni, o addirittura migliorandolo. Utilizzando lampadine ed elettrodomestici ad alta efficienza, diffusori idrici adatti, spegnendo i led dei televisori e dei computer, potremmo risparmiare tra il 15 e il 20% di energia l’anno.
Ad una SPESA TROPPO ALTA DI ENERGIA contribuiscono anche le dispersioni termiche dovute al cattivo isolamento e ai vecchi impianti di riscaldamento poco efficienti presenti nelle nostre abitazioni.

Intraprendere interventi di risparmio energetico significa:
consumare meno energia e ridurre subito le spese di riscaldamento e condizionamento;

  • migliorare le condizioni di vita all’interno dell’appartamento, migliorando il suo livello di comfort ed il benessere di chi vi soggiorna e vi abita;
  • partecipare allo sforzo nazionale ed europeo per ridurre sensibilmente i consumi di combustibile da fonti fossili;
  • proteggere l’ambiente in cui viviamo e contribuire alla riduzione dell’inquinamento del nostro paese e dell’intero pianeta;
  • investire in modo intelligente e produttivo i nostri soldi.
Scrivi un Commento se hai necessità di avere maggiori informazioni riguardo questo argomento:

Nessun commento ancora

Lascia un commento

0 Condivisioni
+1
Condividi
Tweet
Condividi