Le resine: il presente e il futuro dell’impermeabilizzazione

Le resine: il presente e il futuro dell’impermeabilizzazione

BitumeBITUME LIQUIDO : ORIGINI DELLE IMPERMEBILIZZAZIONI
Come ogni cosa anche i prodotti impermeabilizzanti hanno subito i processi di evoluzione e innovazione grazie agli studi e alla ricerca.
Nelle origini le impermeabilizzazioni (come i nostri nonni ricorderanno) venivano fatte con l’applicazione di asfalto naturale venduto in barili di latta.
L’asfalto era già noto e largamente usato nell’antichità. Esistono testimonianze del suo impiego per la costruzione della città di Ur, in Mesopotamia, intorno al 3000 aC. I Romani usavano il bitumen in edilizia come legante di blocchi di pietra.
In natura gli asfalti si rinvengono generalmente sotto forma di impregnazioni viscose entro rocce sedimentarie; più raramente formano veri e propri depositi superficiali di bitumi relativamente puri, i cosiddetti laghi di asfalto. Le principali caratteristiche tecniche degli asfalti naturali – impermeabilità all’acqua, elasticità a freddo e fluidità a temperature non elevate – permettono un largo impiego di tali sostanze. Gli asfalti naturali sono largamente impiegati in edilizia.


GuainaGUAINA IN ROTOLI : NATA CIRCA 40 ANNI FA MA ANCORA IN USO
Se volete metterla da soli per la propria casa non fate mai come la persona di questa foto!!Anche se le temperature sono molto elevate, usate sempre i guanti, le scarpe adatte, ma soprattutto i pantaloni lunghi!! Mi raccomando :-).
Tutti la conoscono ormai, largamente impiegata e penso anche per la vostra casa, si tratta della più comunemente chiamata guaina ma che in realtà è una membrana di poliestere elastoplastometrica.
Le membrane elastomeriche sono impermeabili prefabbricate, ad elevate prestazioni, costituite da un compound a base di bitume distillato, da resina elastomerica termoplastica (SBS) ad elevatissima elasticità e da un’armatura in tessuto non tessuto di poliestere da filo continuo di elevata grammatura, rinforzato con fili di vetro longitudinali per evitare gli strappi.
Sicuramente questo tipo di applicazioni è stato un notevole passo avanti rispetto alle origini ma richiedono operai specializzati (con conseguente aumento dei prezzi della manodopera), pesano circa Kg 40,00 per ogni rotolo (peso maggiore che va ad incidere sulle strutture), vanno posati a caldo con una bombola di gas e un cannello (scomodi da posare) e bisogna fare attenzione se ci si cammina sopra nelle giorante di caldo con i tacchi perchè si buca.


ResinaLA RESINA IMPERMEABILIZZANTE
E’ un poliuretano monocomponente totalmente alifatico per impermeabilizzazione e protezione. Produce una membrana trasparente, oppure di vari colori ma sempre con eccellenti proprietà meccaniche, elastiche e traspirabile (pedonabile!). La qualità trasparente viene utilizzata anche sopra il pavimento senza doverlo demolire e rifare.
Utilizzata so ogni tipo di superficie aderisce perfettamente con l’aiuto di aggrappanti (primer) : cemento, fibro-cemento, mosaico, piastrelle di cemento, vecchie guaine asfaltiche ed acriliche (purché ben aderite al supporto), legno, metallo , acciaio galvanizzato. Le temperature di servizio di questa membrana vanno ben oltre quelle della guaina infatti esse variano da – 40°C a 80°C, segno caratteristico della qualità.
Spessissimo ci si trova di fronte a situazioni in cui la decisione da prendere, riguardo la scelta della tecnologia giusta da utilizzare, per ripristinare la tenuta impermeabile di terrazze, balconi e rampe di scale pavimentate, ci porta verso strade sempre costosissime e impegnative, che riguardano per esempio la demolizione della pavimentazione e del massetto esistente; l’asportazione della vecchia guaina impermeabilizzante; il trasporto dei materiali di risulta a pubblica discarica; il rifacimento della guaina impermeabilizzante; il rifacimento del massetto; la fornitura ed il reincollaggio di una nuova pavimentazione.
La rivoluzionaria tecnologia riguarda la possibilità di impermeabilizzare terrazze, balconi, rampe di scale pavimentate e opere e manufatti in calcestruzzo e muratura, senza demolire la pavimentazione o il rivestimento esistente, con indubbio risparmio di tempo, denaro.
Viene anche distribuita in diversi colori per usarla sotto pavimento o a faccia vista perchè completamente pedonabile.
Ottima soluzione è rifinire il pavimento con mattonelle di qualsiasi natura applicate con la normale colla (ES. H40 Flex) direttamente sopra la resina sottostante! Si risparmia il massetto!

Pratica, garantita ed economica un grande passo avanti in questo settore che aveva bisogno di adeguarsi con i tempi.

Scrivi un Commento se hai necessità di avere maggiori informazioni riguardo questo argomento:

Nessun commento ancora

Lascia un commento

0 Condivisioni
+1
Condividi
Tweet
Condividi