Glossario Immobiliare “P”

Padiglione
Piccolo edificio, spesso un solo ambiente, situato all’esterno di un edificio principale.

Paesaggio
Parte omogenea di territorio, definita dal Codice dei beni culturali e del paesaggio, come una porzione del territorio i cui caratteri derivano dalla natura, dalla storia umana o dalle reciproche interrelazioni. Rappresenta un fattore per il benessere individuale e sociale, contribuisce alla definizione dell’identità regionale e rappresenta una risorsa strategica che, se opportunamente valorizzata, diventa uno dei fondamenti su cui basare lo sviluppo economico.

Pagoda
Edificio sacro ovvero tempio destinato al culto delle religioni orientali.

 Palafitta
Insieme di pali di legno, ferro o cemento armato infissi nel terreno e collegati superiormente utilizzati nelle costruzioni specialmente come fondazione.

Palanca
Grossa trave o palo in legno o metallo utilizzato in edilizia.

Palazzina
Caratterizzazione tipologica strutturale di un edificio di non particolare volumetria che nei grandi centri urbani presenta un numero limitato di alloggi, le cui caratteristiche sono assimilabili a quelle di abitazione di tipo civile.

Palazzo
In epoca storica dimora signorile residenziale; attualmente il termine comprende anche caratterizzazioni tipologiche strutturali a specifiche destinazioni d’uso (es. palazzo di giustizia, dei congressi, dello sport), ovvero costruzioni a civile abitazione anche se prive di rilevante significato dal punto di vista architettonico.

Palestra
Ambiente attrezzato destinato alla ginnastica, all’esecuzione di esercizi ginnici ed agli allenamenti sportivi.

Palizzata
Serie di pali infissi nel terreno che possono avere la funzione di rafforzare la portanza del terreno ovvero di recintarlo.

Palmento
Locale, parte di un mulino, adibito a contenere le attrezzature tecniche atte a macinare.

 Pannello isolante
Lastra di vario materiale che si applica alle strutture opache, verticali ed orizzontali per isolarle.

Pannello radiante
Elemento scaldante costituito generalmente da una serpentina di tubi percorsi da acqua calda che viene inglobata in pareti, soffitti o pavimenti. Può anche avere funzione raffrescante se percorsa da acqua refrigerata.

Panoramicità (di un appartamento)
Caratteristica intrinseca relativa alle vedute o prospetti proprie dell’appartamento o degli ambienti che lo costituiscono.
Per la definizione del livello qualitativo della panoramicità si tiene conto generalmente della seguente scala di valori:
-Elevata: presenza di vedute e di affacci da due o più ambienti su siti di particolare valore paesaggistico o altro
-Buona: presenza, per la preminenza degli ambienti, di vedute ordinarie per la zona e senza particolari caratteristiche di pregio;
-Assente: assenza di particolari o specifiche vedute.

Paracadute
Dispositivo meccanico destinato a fermare la cabina di un elevatore nel caso di eccesso di velocità in discesa ovvero di rottura degli organi di sospensione dello stesso ascensore.

Paracadute (impianto ascensore)
Dispositivo che consente, in caso di rottura o di allentamento degli organi di sospensione di un impianto elavatore, il sostegno della cabina.

Parapetto (altezza del)
Distanza misurata dal lembo superiore della parte che delimita l’affaccio al piano di calpestio ovvero altezza del dispositivo che impedisce agli utilizzatori di cadere al di sopra, al di sotto o attraverso di esso.

Parasta
Pilastro a profilo piatto o semicolonna appena aggettante dal piano della parete con funzione portante.

Paratoia (idrauilica)
Saracinesca costituita da vario materiale che necessita per regolare il deflusso dell’acqua attraverso canali o corsi d’acqua naturali.

Parcheggi non pertinenziali
Box o posti auto realizzati non a servizio diretto di specifiche unità immobiliari.

Parcheggi pertinenziali
Box o posti auto destinati in modo durevole a servizio di unità immobiliare principale, quale appartamento, ufficio, negozio ecc.

Parcheggio
Spazio riservato alla sosta dei veicoli.

Parcheggio pubblico
Spazio riservato alla sosta dei veicoli in area di proprietà pubblica.

Parco
Complesso di spazi aperti, coltivati o meno con specie arboree di diversa natura e/o prati allo stato naturale e/o disposti e curati ad arte comprendenti specifiche strutture ed attrezzature in relazione alle sue dimensioni. Può costituire pertinenza esclusiva di uno o più corpi di fabbrica di uno stesso complesso edilizio, ovvero essere incluso nel tessuto urbano in modo a sé stante(parco pubblico, privato parco urbano, di quartiere, etc..) .

Parete
Struttura verticale di separazione tra ambienti contigui o l’ambiente esterno. Assolve funzione portante, distributiva o di tamponamento.

Parete cieca
Parete priva di vedute o prospetti anche se dotata di una o più luci.

Parete divisoria
Vedi Tramezzo

Parete finestrata
Una parete dotata di una o più vedute o prospetti .

Parquet
pavimento di legno a listelli disposti specialmente a spina di pesce.

Parti comuni di un immobile
Parti indivisibili costituenti un immobile, in ragione della loro specifica destinazione a servizio comune.

Particella catastale
La particella catastale è costituita da una porzione continua di terreno o fabbricato appartenente allo stesso possessore, purché sia della medesima qualità o classe, e possieda la stessa destinazione d’uso. Le particelle catastali sono individuate dal numero di foglio di mappa catastale e dal numero (o lettera) di particella.

Partita
Complesso di informazioni attinente l’individuazione dei soggetti e delle titolarità (diritti) su un insieme di immobili (urbani o rurali) nell’ambito di uno stesso Comune. La partita è identificata da un numero d’ordine (numero di partita).

Passaggio coattivo
Il proprietario di un fondo intercluso e talora anche il proprietario di un fondo il cui accesso alla strada pubblica sia inadatto o insufficiente ha diritto di ottenere il passaggio sul fondo vicino, in quella parte che rappresenti la via più breve e riesca di minore danno.

Passo carrabile
Accesso intercorrente tra lotti di terreno ovvero tra edifici ed elementi di viabilità, che consente il pubblico transito di veicoli.

Patio
Cortile interno generalmente sistemato a giardino, circondato da portici e loggiati su cui si aprono gli ambienti di uno o più edifici.

Patrimonio immobiliare
Complesso di immobili appartenenti ad una medesima persona fisica o giuridica.

Pavimentazione
Struttura di rivestimento utilizzata in ambienti interni/esterni, costituita generalmente da uno strato di materiali quali legno, marmo, ecc.

Pavimento
Elemento strutturale che poggiando sul solaio delimita orizzontalmente un ambiente. È destinato al transito delle persone e generalmente rivestito dalla pavimentazione

Pavimento galleggiante
Pavimento (o piano di calpestio o massetto) non solidale direttamente con il solaio strutturale: fra i due elementi è collocato uno strato di calcestruzzo leggero ed uno strato isolante, per ottenere un buon isolamento acustico e/o termico fra un piano e l’altro dell’edificio e completamente separato dagli altri elementi dell’edificio quali pareti e tubazioni.

Pavimento sopraelevato
Pavimento costituito da pannelli mobili rigidi, generalmente di forma quadrata, ad altezza regolabile, appoggiati sul solaio. L’appoggio avviene mediante sostegni in acciaio, in alluminio o in acciaio, provvisti di basetta, perno a vite regolabile, piastra superiore di sostegno. È generalmente usato nei centri tecnici per installare cavi e canalizzazioni ovvero sistema di pavimentazione, realizzato in fabbrica, comprendente pannelli sostenuti su una sottostruttura di colonne e/o traversi o altri componenti.

Pedata
Parte orizzontale del gradino dove poggia il piede.

Pensilina
Tettoia sostenuta da colonne o pilastri.

Pensione
Unità immobiliare a destinazione terziaria, utilizzata a servizio di accoglienza. E’ generalmente
gestita a livello familiare; è dotata di un numero limitato di stanze e presenta impianti e servizi di
tipo “ordinario”.

Pentelico
Tipo di marmo greco di colore bianco utilizzato in edilizia.

Peperino
Roccia effusiva di colore grigio e di composizione variabile dall’aspetto macchiettato per la presenza di proietti vulcanici.

Percorso protetto (ai fini antincendio)
Percorso caratterizzato da una adeguata protezione contro gli effetti di un incendio che può svilupparsi nella restante parte dell’edificio. Esso può essere costituito da un corridoio protetto, da una scala protetta o da una scala esterna.

Pergamo
Piccola costruzione alta, in legno o pietra, destinata all’oratoria.

Pergolato
Struttura costituita da una intelaiatura in legno, metallo o in cemento adibita a sostenere piante generalmente rampicanti.

Pericolo di incendio
Proprietà o qualità intrinseca di determinati materiali o attrezzature, oppure di metodologie e pratiche di lavoro o di utilizzo di un ambiente di lavoro, che presentano la potenzialità di causare un incendio.

Peristilio
Cortile con portici o colonne posto all’interno di una casa di epoca greca o romana.

Perito e consulente tecnico immobiliare
Operatore abilitato ai sensi dell’art. 3, comma 2, della legge 3.2.1989 e successive modificazioni.

Perito Esperto
Operatore iscritto presso una Camera di commercio, autorizzato alla redazione di consulenze tecniche estimative per le categorie e sub-categorie per le quali è abilitato.

Perito valutatore
Professionista abilitato ad effettuare perizie estimative.

Perizia (giudiziaria)
Parere emesso da persone tecnicamente capaci sull’oggetto della controversia: essa viene ammessa con ordinanza e sentenza dell’autorità giudiziaria che ne enuncia l’oggetto e stabilisce il termine entro il quale deve essere presentata la relazione.

Perizia analitica (di un immobile)
Perizia particolareggiata corredata da specifiche distinte sulle singole strutture ovvero elementi, costituenti il complesso periziato.

Perizia erariale
Attività erariale consistente nello volgimento di indagini che richiedono specifiche competenze di ordine tecnico- scientifico. Formulazione di giudizi o valutazioni che implichino siffatte competenze. Acquisizione di dati che per essere rilevati presuppongono analoghe soggettive capacità (v. collaudo).

Perizia estimativa
Elaborato tecnico-economico redatto da un professionista abilitato il cui fine principale è quello di determinare un valore di un bene applicando i principi della dottrina estimale (valore di costo, di mercato, etc…
Perizia particolareggiata
Perizia basata su specifici criteri di valutazione e corredata di relazione dettagliatamente motivata e documentata.

Perizia sommaria
Relazione riassuntiva comprendente un giudizio di valore sintetico.

Permesso di costruire
Permesso a titolo oneroso, rilasciato dal Sindaco, previa presentazione di progetto, del diritto di operare tutte quelle attività che comportano la realizzazione o trasformazione urbanistica e edilizia del territorio comunale

Permuta
Contratto in virtù del quale ciascuna delle parti si obbliga a dare una cosa per averne un’altra. E’ un contratto bilaterale e consensuale

Pertinenza comune/condominiale
Parti di un immobile che risultano legate a un bene “principale” pur essendo di proprietà comune (alloggio del portiere, spazi verdi comuni etc..). Non indispensabile all’uso della stessa unità, ma ne aumentano le utilità e i comodi. Sono pertinenze le cose destinate a servizio o ad ornamento di un’altra cosa (“cosa principale”). In materia immobiliare, si intendono come pertinenze, principalmente, gli immobili destinati al servizio dell’edificio principale, quali il “garage”, le dipendenze di una villa, il giardino, ecc..

Pertinenza esclusiva
Elemento fisicamente ed economicamente unito alle unità immobiliari, non indispensabile all’uso della stessa unità, ma che ne aumenta le utilità e i comodi.

Pertinenza esclusiva a servizio
Locali di uso esclusivo, annessi e integrati con l’unità immobiliare (cantine, soffitte, locali deposito). Vengono distinti in:
-comunicanti con i locali principali, se sono ad essi collegati (es. allo stesso livello o se diverso con scala interna);
-non comunicanti e non ad essi collegati, con accesso indipendente esterno all’unità immobiliare.

Pertinenza esclusiva di ornamento
Sono da considerarsi pertinenze esclusive di ornamento: i balconi, le terrazze, i cortili, i patii, i portici, le tettoie aperte, i giardini ecc.

Pertinenze di un edificio
Dotazione di spazi, impianti e servizi condominiali, di aree a verde o di giardini privati, campi da tennis, piscina, parcheggi/posti auto condominiali, alloggio del portiere, sala condominiale ecc.

Pianerottolo
Struttura edilizia orizzontale che collega due rampe di una scala, anche con funzione di accesso ai piani dell’edificio ovvero area di riposo orizzontale situata alla fine della rampa della scala ovvero piattaforma orizzontale alla fine o tra due rampe di scale. Può essere parte della scala o del piano.

Piani Attuativi o di Esecuzione
Strumenti urbanistici attraverso i quali si dà attuazione, in un ambito limitato del territorio comunale, alle previsioni degli strumenti urbanistici generali (P.R.G. e P.D.F.). Essi sono rappresentati da piani attuativi speciali e da piani attuativi ordinari:
– Piano Particolareggiato (P.P.);
– Piano di Lottizzazione (P.D.L.);

Piani generali comunali
Strumenti di pianificazione urbanistica che, in conformità alle direttive dei piani territoriali di coordinamento, determinano l’assetto del territorio di un Comune o di più Comuni.
Si dividono in tre categorie:
– Piano Regolatore Generale (P.R.G.);

– Programma di Fabbricazione (P.D.F.);
– Piano Regolatore Generale Intercomunale (P.R.I.).

Piano
Interspazio di un edificio compreso tra due solai successivi, delimitato da un pavimento e da un soffitto, che può essere orizzontale, inclinato o curvo.

Piano (Coefficiente di )
Parametro che caratterizza il livello di un appartamento o di ambiente all’interno di un edificio

Piano attico
Piano abitabile di un edificio, edificato al di sopra della cornice di coronamento. È totalmente o parzialmente arretrato rispetto alla facciata ed è provvisto di terrazzo a livello.

Piano di lottizzazione
Intervento mediante il quale un’area edificabile viene suddivisa in lotti e aree comuni attrezzate con strade, parcheggi, reti fognarie, reti idriche, verde, ecc. Si tratta fondamentalmente di un “ accordo” tra i proprietari dei terreni e il Comune, con cui i proprietari ottengono l’autorizzazione a costruire impegnandosi in cambio a realizzare le opere al servizio delle costruzioni (strade, parcheggi, fogne, illuminazione pubblica, verde, ecc.).

Piano di recupero
Strumento urbanistico attuativo del P.R.G. per centro storico e zone degradate. E’ assimilabile ad un P.P.E., su iniziativa pubblica o privata. Ha validità decennale. Il Comune può intervenire con espropri su privati (< 30% degli interessati) per procedere su domanda del 70% dei proprietari, riconcedendo a chi ne chiede i diritti, controllando l’applicazione dei diritti di inserimento dei vecchi proprietari in canoni di locazione abbassati.

Piano di riferimento (ai fini antincendio)
Piano della strada, via, piazza, cortile o spazio a cielo scoperto dal quale si accede o si può accedere all’autorimessa ed è utilizzabile per la manovra dei carri di soccorso dei vigili del fuoco in caso di emergenza.

Piano di Sicurezza e Coordinamento (P.S.C.)
Piano costituito da una relazione tecnica e prescrizioni correlate alla complessità dell’opera da realizzare ed alle eventuali fasi critiche del processo di costruzione, atte a prevenire o ridurre i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, ivi compresi i rischi particolari, nonché contenente la stima dei costi.
Il piano di sicurezza e coordinamento (PSC), è parte integrante del contratto di appalto e deve essere corredato da tavole esplicative di progetto, relative agli aspetti della sicurezza, comprendenti almeno una planimetria sull’organizzazione del cantiere. Ove la particolarità dell’opera lo richieda, deve essere corredato da una tavola tecnica sugli scavi. I
contenuti minimi del piano di sicurezza e di coordinamento e l’indicazione della stima dei costi della sicurezza sono definiti per legge.

Piano fuoriterra
Interspazio corrente tra il piano di calpestio di un edificio ed il solaio successivo, purché il piano di calpestio abbia in ogni suo punto, od in almeno nel 50 per cento di essi, una quota uguale o superiore a quella del terreno circostante.

Piano interrato
Interspazio corrente tra il piano di calpestio ed il solaio successivo quando quest’ultimo si trovi in ogni suo punto ad una quota uguale od inferiore a quella del terreno circostante. Si considerano interrati i piani seminterrati il cui soffitto si trovi ad una quota inferiore a metri 0,90 rispetto alla quota del terreno.

Piano Operativo di Sicurezza (P.O.S.)
Documento che il datore di lavoro dell’impresa esecutrice redige, in riferimento alla valutazione dei rischi specifici e delle lavorazioni riferite al singolo cantiere interessato, i cui contenuti minimi sono previsti per legge.

Piano Particolareggiato (P.P.)
Piano previsto dalla legge n.1150/1942 e rappresenta uno strumento di attuazione del Piano Regolatore Generale, che individua l’assetto definitivo delle zone, attraverso limiti e vincoli di trasformazione urbanistica. E’ uno strumento attuativo di iniziativa pubblica in quanto viene predisposto dal Comune. La sua approvazione comporta la dichiarazione di pubblica utilità delle opere in esso previste e, pertanto, deve essere corredato da una relazione di previsione di massima delle spese occorrenti per l’acquisizione delle aree, oltre che per le sistemazioni generali necessarie
per l’attuazione del piano.

Piano Paesistico Regionale (P.P.R.)
Piano che costituisce il quadro di riferimento e di coordinamento, per lo sviluppo sostenibile dell’intero territorio regionale. Nel PPR sono definite procedure e obiettivi.

Piano Pilotis
Spazio aperto, comune e/o di pertinenza esclusiva, posto al livello del piano terra di un fabbricato avente solitamente struttura realizzata in calcestruzzo armato e/o in acciaio. E’ adibito a portico ovvero ad altre utilizzazioni.

Piano Regolatore Generale
Previsto dalla legge n.1150/1942. E’esteso a tutto il territorio comunale ed è uno strumento principale di pianificazione urbanistica. E’ lo strumento centrale dell’urbanistica per il Comune. Contiene parti programmatiche e parti prescrittive. E’ un procedimento complesso amministrativo con effetto conformativo sul diritto di proprietà, di cui alcuni effetti sono diretti (tutela, vincoli, espropri da vincolo, interventi in aree storiche e di completamento), mentre altri sono indiretti, poiché richiedono un Piano particolareggiato. Ha validità a tempo indeterminato, salvo,dopo dieci anni, contemplare la possibilità di revisione. Consta di tre parti – Relazione e allegate tavole di analisi, Tavola di Piano e Normativa tecnica con gli articoli prescrittivi.

Piano Regolatore Generale Intercomunale (P.R.G.I.)
Previsto dalla legge n. 1150/1942, quando le caratteristiche di sviluppo di due o più comuni contermini rendono opportuno il coordinamento degli strumenti urbanistici. Strumento urbanistico formato da più Comuni riuniti in consorzio allo scopo di disciplinare la totalità del territorio di ciascun Comune (piano regolatore generale intercomunale) ovvero alcune porzioni, per il raggiungimento di determinate finalità (ad esempio, per la predisposizione di piani per l’edilizia economica e popolare o aree produttive secondarie e terziarie).

Piano rialzato (ammezzato o mezzanino)
Interspazio di un edificio situato di norma al di sotto del primo piano e sopraelevato rispetto il piano stradale.

Piano seminterrato
Interspazio situato parzialmente al di sotto del manto stradale e comunque dotato di finestrature esterne per l’illuminazione e l’arieggiamento dei locali.

Piano sottotetto (o sottotetto)/sottoterrazza
Ultimo piano di un edificio avente come soffitto la copertura dell’edificio medesimo costituita da tetto o terrazza.

Piano terra (o primo piano fuori terra)
Primo piano fuori terra di un edificio al di sotto del quale possono esistere piani interrati.

Piano territoriale paesistico
Previsto dalla legge n. 1497/1939, allo scopo di tutelare il patrimonio naturale e paesaggistico. I comuni sono tenuti ad uniformare i propri strumenti urbanistici ai contenuti del piano paesistico. Secondo la legge 8 agosto 1985 n. 431 le stesse finalità possono essere perseguite attraverso piani territoriali urbanistici di coordinamento di iniziativa regionale,

Piano Urbanistico Comunale (P.U.C.)
Strumento di pianificazione urbanistica, contenente l’insieme di normative che regolano l’attività edilizia del Comune. Il PUC nasce dalla necessità di aggiornare ed integrare il vecchio piano regolatore generale, aggiornato e ridefinito nel nuovo strumento dalle legislazioni regionali, in quanto in alcuni comuni d’Italia non rispecchia più le precedenti esigenze di coordinamento del territorio.

Pianta
Rappresentazione grafica in scala ridotta e in forma di proiezione ortogonale della sezione orizzontale di una costruzione a uno dei suoi livelli.

Pianterreno
Piano della casa a livello del suolo stradale.

Piattabanda
Arco ad intradosso quasi rettilineo costruito di mattoni o conci di pietra su piccole luci ovvero elemento strutturale che ha la stessa funzione dell’architrave, ma impiegato per luci modeste.

Piattaforma per logistica
Struttura utilizzata esclusivamente ad attività di tipo logistico, artigianale. Ad un solo livello di piano è dotata di fronte a ribalta di altezza di m. 1,20 con una superficie coperta minima di mq 5.000 e non superiore a mq. 40.000.
La struttura presenta generalmente una maglia molto larga di pilastri ed un’altezza media di 8- 10,50 m.

Piazza
Spazio urbanistico originato generalmente dall’incontro di due o più strade e delimitato da edifici. È caratterizzato da eventuali elementi d’arredo di uso pubblico, comunemente può essere punto di raccolta e socializzazione della comunità.

Piazzola
Spiazzo destinato per la sosta o parcheggio veicolare posto ai lati di una strada o di una autostrada.

Pied à terre
Piccolo appartamento ubicato in luogo diverso da quello in cui abitualmente si risiede utilizzato per dimora occasionale ovvero alloggio, generalmente di piccole dimensioni, utilizzato per brevi soggiorni e non come stabile domicilio.

Piedritto
Sostegno verticale su cui poggia l’arco, l’architrave o la piattabanda.

Pignatta
Mattone cavo in laterizio, di dimensioni e numero dei fori variabili.

Pignoramento
Atto con cui si inizia l’espropriazione forzata di beni del debitore: consiste nell’ingiunzione da parte dell’ufficiale giudiziario di astenersi a sottrarre i beni dalla garanzia del credito.

Pilastro
Elemento costruttivo di pietra, mattone, acciaio, cemento armato o altro materiale, di sezione generalmente quadrangolare destinato a sostenere archi, architravi , solai e similari.

Piscina
Ampia vasca o bacino d’acqua generalmente adibita ad attività ricreative ovvero sportive.

Planetario
Edificio con cupola, per la visione di fenomeni astrali riprodotti con apparecchi ed attrezzature specifiche.

Planimetria
Disegno architettonico che rappresenta bidimensionalmente la distribuzione dei vari ambienti. Talune volte rappresentano esclusivamente la distribuzione degli spazi senza essere in scala.

Planimetria Catastale
Rappresentazione in scala 1/200, 1/500 della porzione immobiliare che identifica l’unità immobiliare in grado di fornire reddito autonomo. È la parte grafica della procedura DOCFA per l’accertamento della proprietà immobiliare ai fini catastali.

Planimetria immobiliare
Planimetria che illustra un immobile o parti di esso. Talune volte rappresentano esclusivamente la distribuzione degli spazi senza essere in scala.

Plinto
Parte inferiore della base di un pilastro o di una colonna a forma generalmente quadrangolare o di poligono regolare utilizzata come fondazione di una costruzione.

Pluteo
Parapetto a rilievo ovvero pannello in marmo o legno spesso decorato a bassorilievo che unito ad altri forma un parapetto.

Pluviale
Tubo verticale di scarico delle acque meteoriche provenienti dalla copertura di un edificio

Poggio
Piccola altura nell’ambito del territorio.

Poggiolo
Superficie praticabile con perimetro avente almeno un lato aperto, di dimensioni molto contenute e comprese entro il perimetro dell’edificio, non adatto al soggiorno di persone, ma con semplici funzioni di affaccio e dotato di parapetto.
Polistilo
Pilastro costituito o contornato da un fascio di colonne, caratteristico dell’architettura gotica.

Politeama
Teatro costruito per spettacoli di generi diversi.

Ponte termico
Componente non isolante che provoca una celere dispersione di calore da un materiale a un altro ovvero discontinuità di isolamento termico che si può verificare in corrispondenza agli innesti di elementi strutturali, con resistenza termica che cambia in modo significativo rispetto alle parti circostanti.

Ponteggio: vedi impalcatura
Costruzione temporanea, necessaria per fornire un luogo di lavoro sicuro per il montaggio, la manutenzione, la riparazione o la demolizione di edifici e altre strutture e per il necessario accesso.

Porta
Vedi infissi esterni ed interni

Portafinestra
Finestra da balcone o da terrazzo apribile fino al pavimento.

Portale
Elemento architettonico generalmente sporgente costituito da una traversa rettilinea, orizzontale o arcuata, sorretta da piedritti ad asse verticale o inclinato, rigidamente collegati ad essa.

Portante
struttura che sostiene elementi sovrastanti.

Portato
elemento architettonico sostenuto da una struttura portante.

Porticato
Struttura architettonica costituita da un portico che si estende in lunghezza lungo una strada.

Portico
Struttura architettonica a forma di galleria aperta almeno su un lato; posta al piano terra di un complesso edilizio; per lo più sorretta da pilastri/colonne, utilizzata come passaggio pedonale. Ha generalmente funzioni oltre che di riparo anche decorative ed architettoniche.

Portierato
Attività di guardiania, pulizia e similari al servizio di un edificio condominiale, utilizzante appositi
locali di proprietà comune.

Portineria
Luogo o ambiente dove lavora generalmente il portiere di uno stabile

Portoncino
piccola porta ricavata in un portone per il passaggio delle persone ovvero porta d’ingresso di un edificio, di dimensioni poco più grandi di quelle delle porte interne.

Postieria
Piccola porta ubicata su torri o mura e similari che serve per il passaggio di una persona per volta.

Posto auto coperto
Spazio ad uso privato anche costituente unità immobiliare ai fini catastali, generalmente ubicato all’interno di un’autorimessa, delimitato da segnaletica orizzontale e destinato al ricovero di uno o più autoveicoli.

Posto auto scoperto
Spazio costituente anche costituente unità immobiliare ubicato in area esterna pubblica o privata, delimitato da segnaletica orizzontale e destinato al ricovero di uno o più autoveicoli.

Potenza termica convenzionale di un generatore di calore (norme per l’installazione)
Potenza termica del focolare diminuita della potenza termica persa al camino in regime di funzionamento continuo.

Potenza termica utile di un generatore di calore (norme per l’installazione)
Quantità di calore trasferita nell’unità di tempo al fluido termovettore, corrispondente alla potenza termica del focolare diminuita della potenza termica scambiata dall’involucro del generatore con l’ambiente e della potenza termica persa al camino.

Potenzialità edificatoria
Suscettibilità di un’area di essere edificata in base allo strumento urbanistico vigente.

Pozzetto
Manufatto in muratura o prefabbricato in calcestruzzo utilizzato a raccogliere e successivamente a convogliare alla rete fognaria le acque piovane provenienti dai pluviali ovvero dispositivo di scarico la cui sommità è costituita da una griglia o da un chiusino in grado di essere installato al livello del terreno, del pavimento o del tetto, destinato a ricevere acque reflue attraverso aperture in una griglia e/o da tubi collegati al corpo del pozzetto.

Pozzo
Opera edilizia costituita da una apertura verticale nel terreno a forma generalmente circolare, realizzata al fine di raggiungere le acque freatiche o raccogliere le acque piovane.

PP
Acronimo di Piano Particolareggiato

PPA
Acronimo di Programma Pluriennale di Attuazione

PQU
Acronimo di Programma di Riqualificazione Urbana

PR
Acronimo di Piano di Recupero

PRG
Acronimo di Piano Regolatore Generale

PRGI
Acronimo di Piano Regolatore Generale Intercomunale

PRA
Acronimo di Piano di Risanamento Acustico

PRU
Acronimo di Programma di Recupero Urbano

PRUSST
Acronimo di: Programma di Riqualificazione Urbana e di Sviluppo Sostenibile

Prefabbricazione
Procedimento industriale applicato all’edilizia, consistente nel preparare a parte, in officina specializzata, i vari elementi costitutivi di un edificio e di montarli successivamente sul posto

Pregeo (procedura catastale)
Pretrattamento atti geometrici. Programma informatico dell’Agenzia del Territorio utilizzato per la predisposizione e presentazione agli uffici provinciali del territorio degli atti geometrici per l’aggiornamento della banca dati del Catasto.

Preliminare di compravendita /compromesso /promessa di vendita
Atto con il quale le parti si impegnano a concludere la compravendita. Nell’atto devono essere indicati: le generalità di chi vende, il costo e le caratteristiche dell’immobile, le modalità di pagamento e la data di stipula del rogito. Le generalità dell’acquirente possono non essere indicate nell’atto e rese note davanti al notaio.

Prestazione energetica, efficienza energetica ovvero rendimento di un edificio
Quantità annua di energia effettivamente consumata o che si prevede possa essere necessaria per soddisfare i bisogni connessi ad un uso standard dell’edificio, compresi la climatizzazione invernale e estiva, la preparazione dell’acqua calda per usi igienici sanitari, la ventilazione e l’illuminazione.
Preventorio
Struttura edilizia di tipo sanitario utilizzata per l’educazione igienica e sanitaria degli ammalati infettivi.

Prezzo
Somma di denaro effettivamente corrisposta per acquistare la proprietà o un diritto reale su un determinato bene.

Prezzo marginale di una caratteristica
Variazione del prezzo totale di un immobile rispetto alla variazione di una caratteristica appartenente allo stesso immobile . Può assumere:
-valori positivi nel caso in cui ad una variazione in aumento della caratteristica corrisponde un aumento del prezzo totale;
-valori negativi nel caso in cui ad una variazione in aumento della caratteristica corrisponde una diminuzione del prezzo totale;
– valori nulli nel caso in cui una variazione della caratteristica non produce variazioni di prezzo totale.

Prezzo totale
Somma, espressa in moneta, complessivamente pagata o incassata per un immobile ad una data certa.

Prezzo unitario medio di una caratteristica immobiliare
Rapporto tra il prezzo totale e quello della caratteristica dell’immobile considerato.

Prima casa
Primo immobile in proprietà o possesso a una persona, per il quale si possono godere agevolazioni sui tributi per i trasferimenti.

Prime rate
Tasso minimo di interesse applicato dagli istituti di credito ai migliori clienti su prestiti e fidi.

Procedimenti di stima
I procedimenti di stima rappresentano il modo con cui si conduce un’operazione estimativa per giungere alla soluzione del problema o ad un risultato. Tramite i procedimenti di stima si giunge alla formulazione quantitativa della valutazione. I procedimenti di stima attualmente applicati in Italia sono classificati in procedimenti di stima sintetici (o diretti) e in procedimenti di stima analitici (o per capitalizzazione del reddito). Altri procedimenti sono considerati a parte, come ad
esempio il procedimento di stima per valori tipici. Secondo la letteratura estimativa e gli standard di valutazione internazionale, i procedimenti di stima della valutazione immobiliare sono:
– il metodo del confronto diretto (market approach)
– il metodo del costo (cost approach)
– il metodo finanziario (income approach)
– nelle loro molteplici varianti e nei loro adattamenti alle realtà immobiliari dei diversi paesi.

Procedura Docfa 3.0
Procedura operativa su tutto il territorio nazionale a decorrere dal 1° gennaio 2002 che presenta una rinnovata veste grafica ed una maggiore semplicità d’uso, nonché alcune novità procedurali.

Procedura Docfa 2.0
Programma che migliora la procedura DOCFA di base per il classamento automatico. Oltre alla funzione di classamento automatico, il programma DOCFA 2.0 è dotato della funzione “dati metrici” che permette di acquisire le superfici e le altezze delle unità immobiliari appartenenti alle categorie ordinarie. Per le categorie “speciali” “D“ ed “E” il programma consente anche la determinazione della relativa rendita, in base a stima sommaria comparativa di valore o di costo.

Prodromo
Porta principale nella facciata di un edificio importante.

Progettista
Colui che redige un progetto, spesso di carattere architettonico o tecnico progettuale. Si tratta di una figura professionale abilitata che con un proprio bagaglio culturale ed una congrua esperienza pensa e concepisce prima ciò che verrà costruito dopo.

Programma integrato d’intervento
Strumento urbanistico facoltativo che in qualche misura riprende, innovandolo, il Programma Pluriennale di Attuazione.La finalità è quella di convogliare e coordinare una pluralità di operatori pubblici e privati, nonché una pluralità di risorse finanziarie e private al fine di una riqualificazione urbana ed ambientale di centri abitati o di parte di essi. Esso seleziona gli interventi da realizzare nel breve periodo, individua le risorse del territorio utilizzate ed è accompagnato da una valutazione economica dei costi di realizzazione.

Promissario acquirente
Chi, in un contratto preliminare di vendita (compromesso), si impegna ad acquistare una proprietà dalla parte Promittente venditrice.

Promotore dell’espropriazione
Soggetto, pubblico o privato, che chiede l’espropriazione.

Property Management
Area di attività delle società immobiliari che si occupa della gestione dell’immobile in tutti i suoi aspetti: amministrativo, fiscale, legale e di manutenzione (gestione immobiliare).

Programma di recupero urbano
Strumento di urbanistica negoziata, quale strumento di attuazione del P.R.G., o di P.P.E.. Ha obiettivi di realizzazione d’interventi per edilizia economica e popolare, per ammodernare e completare le urbanizzazioni primarie e secondarie, per integrare l’integrazione di complessi urbanistici esistenti, per realizzare interventi di arredo urbano. Può ricevere finanziamento pubblico su fondi europei.

Programma di riqualificazione urbana
E’ forma attuativa di P.R.G. e/o variante. E’ il recupero di aree-quartiere, edilizio e funzionale, con carattere unitario, malgrado la possibile estenzione territoriale, con un insieme coordinato e sistematico d’interventi pubblici e privati, in regime di convenzione. Tutte le tipologie d’intervento edilizio sono ammissibili. Possibilità di ricevere finanziamento pubblico su fondi europei.

Project Management
Nella gestione del processo edilizio l’attività di pianificazione, organizzazione, gestione, coordinamento e controllo del progetto.

Project financing
Tecnica di finanza o finanza di progetto, che assicura il sostegno ai finanziamenti delle opere pubbliche attraverso la possibilità di reperire risorse finanziarie senza farli gravare sui bilanci pubblici, grazie al coinvolgimento di operatori privati su produzione di beni e servizi.

Proprietà
Diritto di godere e di disporre delle cose in modo pieno ed esclusivo, entro i limiti e con l’osservanza degli obblighi stabiliti dall’ordinamento giuridico.

Protiro
Arco sorretto da due colonne che orna la parte centrale d’ingresso di talune chiese ovvero vestibolo delle case di epoca romana o greca.

Provvigione (compravendita immobiliare)
Percentuale che spetta all’agente immobiliare per la sua mediazione. La provvigione, salvo accordi diversi è dovuta sia dal venditore che dall’acquirente.

PTC
Piano territoriale di coordinamento previsto dalla legge 1150/1942, finalizzato a coordinare l’attività urbanistica di determinati ambiti territoriali.

PTCP
Piano territoriale di coordinamento provinciale rappresenta lo strumento di pianificazione provinciale cui la Provincia si riferisce nel rilascio di Parere di compatibilità ai Piani regolatori comunali.

Puffer
Serbatoio d’accumulo costituito da diverse serpentine a cui possono essere collegati, ad esempio, la caldaia, un impianto solare, un termocamino.

Puntellamento
Vedi sbatacchiamento

Puntello
Trave posta obliquamente a sostegno di un muro o una costruzione pericolante.

Punti Fiduciali (catastali)
Punti di riferimento catastali le cui coordinate sono definite esclusivamente sulla base dei risultati dei rilievi esterni ed interni, con l’attribuzione di volta in volta di un codice qualitativo individuato come qualità metrica.
I Punti Fiduciali sono costituiti da
a) punti di coordinate analitiche note:
-trigonometrici IGM
-trigonometrici catastali
-Punti Stabili di Riferimento
b) Punti di coordinate cartografiche lette:
-Spigolo di fabbricato
-termini su triplici di possesso
-particolari topografici di individuazione certa, di stabilità nel tempo e di facile accessibilità

Puntone
Asta compressa nelle strutture reticolari ovvero ciascuna delle due travi inclinate della capriata destinate a sostenere l’orditura del tetto.

Puteale
Parapetto circolare o poligonale a protezione della bocca dei pozzi.

Putrella
Profilato di acciaio generalmente a doppio T usato negli edifici in muratura per la costruzione di solai.

PVC
Sigla con la quale si indica il cloruro di polivinile che costituisce una delle principali materie plastiche utilizzate in edilizia.

Commenti

I commenti sono chiusi

0 Condivisioni
+1
Condividi
Tweet
Condividi
WhatsApp
Email